Biagini Giancarlo

Firenzuola luglio 1917 – 02 febbraio 2013

Nel settembre 1939 si arruola e frequenta il corso di pilotaggio. Superate le selezioni e’ destinato a Grosseto, al primo periodo di addestramento, a Foggia, al secondo periodo di addestramento ed infine a Perugia. Il suo primo reparto operativo e’ il 37° Stormo Aereoplani da Bombardamento Terrestre a Lecce, dove inizia le missioni di di pattugliamento diurno e notturno sullo lonio. Partecipa alla difesa delle truppe di terra a Corfù e Cefalonia ed ai bombardamenti della Grecia, Albania e Malta. A Malta la difesa contraerea e’ molto intensa ed efficiente e perde diversi compagni di volo. Gli vengono conferite due medaglie di bronzo e tre croci di guerra al Valore Militare. Successivamente e’ destinato a Reggio Emilia all'addestramento sui nuovi bombardieri e ad un corso di volo senza visibilità a Milano dove si qualifica al primo posto. Viene infine destinato ad una appena nata Squadriglia Intercettori a Treviso dove viene addestrato all’impiego su questo nuovo tipo di velivoli. A Treviso e’ coinnvolto in un incidente che fortunatamente si risolve con qualche lieve ferita: mentre esegue degli atterraggi notturni a Maniago, le luci di pista si spengono e, a corto di carburante, e’ costretto ad un atterraggio al buio e l’aereo capotta. Dopo una licenza premio di due mesi, ritorna a Treviso nell'agosto 1943. Dopo l'8 settembre rimane ad attendere gli ordini che non arrivano ed il 10 settembre, insieme a tutto il personale dell’aeroporto rimasto, viene arrestato dai tedeschi, caricato su un treno merci sorvegliato dalla Gestapo e destinato in un campo di prigionia in Polonia. Dopo tre giorni di viaggio in condizioni disumane, giunge a Thorn, allo Stalag XXA, dove trascorre tre terribili mesi patendo fame e freddo. I prigionieri del campo vengono destinati ai lavori coatti fra le fattorie del posto, i cantieri navali e le fabbriche tedesche. Non tutti resistono alle fatiche e solo i piu’ forti sopravvivono. Giancarlo Biagini ritorna in Italia nel giugno del 1945 insieme ad un collega pilota ed altri quattro compagni di prigionia, dopo un viaggio durato tre mesi.
 

bia01:
luglio 1941
Serg. Giancarlo Biagini

 
 
bia03:
Lecce, febbraio 1941
37° Stormo - 220^  Squadriglia

 
 
bia03n:

 
 
bia05:
1940-1941, verso la Grecia.

 
 
bia07:
Grosseto 6 febbraio 1939

 
 
bia09:
Grosseto, aprile 1939

 
 
bia11: 

 
 
bia11:
maggio 2011
Giancarlo Biagini