Archivio fotografico
21° Stormo Ricognizione Aerea


Bruni Marco
Marco Bruni, nato a Bisceglie (BA) nel 1908, e’ deceduto a Mantova il 2 maggio 1975. Ha prestato servizio presso gli aeroporti di Bologna, Ferrara e Gorizia nella 38^ Squadriglia. Pilota di bombardieri ha combattuto in Spagna a Palma de Mallorca nel 1937 e 1938 e nella seconda guerra mondiale fino all’8 di settembre 1943.
 


Calevo Roberto
 


Chiaranti Ugo
 


Corsini Luigi
1927 - 1939 - Gorizia, Campoformido
Luigi Corsini Kurschen: nato a Pisino d’Istria il 21 marzo 1907, inizia a volare nel 1927. Dopo l'Accademia e' assegnato alla 38^ Squadriglia (Ricognizione) di Gorizia. Nel 1930 e’ a Campoformido alla 81^ Sq. del 1° Stormo Aeroplani da Caccia e poi alla 88 Sq. 6° Gruppo. Nel 1936 e’ inviato in Africa Orientale a Gura con la 111^ Sq. Caccia. Nel 1939 rientra nuovamente a Campoformido alla 80^ Sq. del 1° Stormo Caccia ove rimarra’ fino alla fine del conflitto. Lascia l’Aeronautica con il grado di generale di Brigata Aerea dopo aver combattuto in Africa Orientale, Grecia, Albania ed Africa Settentrionale. Membro del CNL di Gorizia, gli viene assegnato il comando della “Divisione Gorizia”. E’ insignito di ben tre Medaglie d’Argento al Valor Militare, due di Bronzo e quattro Croci al merito di Guerra. Muore a Gorizia nel 1982 per l’aggravarsi dei postumi di un grave incidente aereo durante la guerra.
 


Denaccini Federico
Pilota della Ricognizione, nel 1934 e’ a Gorizia sul velivolo Ro1.
 


Di Francesco F. G.
Sergente motorista della Ricognizione.
 


Foggia Giulio
1936 - 1943 - Gorizia, Campoformido
Giulio Foggia, nato ad Ancona il 6 novembre 1916, inizia a volare nel 1936 e da sottufficiale pilota opera ai Reparti di Foggia, Catania, Gorizia, Campoformido, Pola, nei Balcani (Operazioni di Guerra ‘40-‘43), Guidonia e Rivolto. Assegnato quale pilota  “Caccia Bombardiere” ed “Osservatore” nella 41^ Squadriglia che con la 113^ Sq. fa parte del 63° Gruppo Osservazione Aerea, di base a Campoformido. Si distingue in quattro Campagne della Seconda Guerra Mondiale nel Mediterraneo. Consegue una Medaglia di Bronzo al V.M. ed una Croce di Guerra. Promosso ufficiale per meriti onorifici, dopo il Conflitto e’ impiegato in qualita’ di istruttore pilota dal ’52 al ’64 presso la Scuola di Aereo Cooperazione di Guidonia. Deceduto a Gorizia  il 27 febbraio 1998.
 


Guerritore Pietro
Nato a Roma nel 1914, inizia il corso di volo il 6 aprile 1935, viene nominato sottotenente pilota il 28 novembre 1935. Il 1° gennaio 1936 e' assegnato alla 116^ Squadriglia del 21° Stormo di Ricognizione di Gorizia. Pochi mesi piu' tardi, il 14 marzo 1936, poco dopo il decollo con un Ro1, impatta il terreno qualche centinaio di metri dall'aeroporto, in direzione Vertoiba. L'aviere motorista, Tranquillo Giovanelli, muore sul colpo mentre il Guerritore viene trasportato all'ospedale dove si spegne poche ore dopo per le gravi lesioni riportate. L'anno successivo la salma del Guerritore viene traslata al cimitero di Gorizia ove ancora oggi si trova l'elegante tomba che custodisce le sue spoglie.
 


Moroni Antonio
1929 - 1936 - Aviano, Gorizia
Nato nel 1910, inizia a volare nel 1929 a Capua. Nel 1930 e’ trasferito alla 2^ Sq. Scuola Caccia di Ghedi e poi a quella di Aviano. Successivamente assegnato al 2° Stormo Caccia di Mirafiori ed al 19° Stormo Ricognizione di Torino ed infine nel 1932 al 21° Stormo di Gorizia. Nel 1935 passa all’8° Stormo di Reggio Cesenatico e poco dopo trasferito in Africa Orientale. Nel 1937 torna in Italia ed e' assegnato al 9° Stormo Bombardamento di Ciampino e nel 1938 torna a Gorizia al 71° Gruppo Osservazione Area. Dopo un breve periodo e' assegnato al 19° Stormo, 33^ Sq. Osservazione Aerea di Ronchi. Nel 1943 e’ con la 120^ Sq. a Lavariano ed infine con la 41^ Sq. a Lubiana dove e’ colto dall’Armistizio.
 


Pocar
Volontario legionario, presta servizio dal 05.05.1937 al 28.09.1937 sotto il falso nome di Ambrogio Guglielmo di professione “barbiere” sotto la squadriglia “Chucaracha” a fianco dei franchisti.Nel I° semestre 1941 è assegnato alla 76^ squadriglia Caccia T. Comando ed è inviato in Sicilia presso Gela/Comiso con l’incarico di pattugliamento delle acque internazionali presso Malta. Nel II° semestre 1941 è assegnato presso il 54° Stormo Caccia T. 16° gruppo con mansioni di ricognizione su area mediterraneo, isole Pleiadi e Malta.
 


Rossi Mario Raffaele
Mario Raffaele Rossi nasce il 12 maggio 1909 a S, Miniato (Pisa). Dopo l’Accademia di Torino, frequenta la Scuola di Cavalleria di Pinerolo. Inquadrato nell’Artiglieria Ippotrainata, alla fine del 1933, col grado di Tenente, frequenta un corso di Osservazione Aerea a Cerveteri che si conclude il 16 luglio 1934. Due giorni dopo, il 18 luglio 1934, viene inviato a Gorizia, all’aeroporto di Merna dove, assegnato alla 116^ Squadriglia Ricognizione Terrestre del 21° Stormo. Lascia il reparto di Gorizia il 17 giugno 1935 dopo aver effettuato un totale di 33 voli sul velivolo Ro 1. Chiede ed ottiene il trasferimento a Gorizia, dove presta servizio con il grado di Capitano, nel 6° Artiglieria della  divisione di fanteria “Isonzo”, presso la caserma di via Trieste. Allo scoppio della guerra, viene trasferito in un Reggimento costituito alla fine del 1940 per l’impiego in Grecia, il 27° Artiglieria, aggregato alla divisione “Cuneo”.
 


Verdi Emo
1928 - 1936 - Gorizia
Emo Verdi, nato il 4 maggio 1899, consegue il brevetto di pilota nel 1920 su Aviatik e successivamente vola su A300, Sva10, Ro1, Ba15, Ca100, Br2, Cr20, CrAsso, S81. Viene assegnato a Gorizia presso la 113^ squadriglia dal 9 giugno 1928 al 15 dicembre 1931 dove vola su A300 e Ro1. Dal 16 gennaio 1936 e’ nuovamente a Gorizia con il 14° Stormo e vola su Cr20 e CrAsso. Dal 2 maggio 1936 e’ impiegato, sempre a Gorizia, su S81. Muore il 19 maggio 1942 in un  incidente d’aereo durante un trasferimento in cui vola da passeggero.